Negramante – Presentazione

 

Il progetto Negramante – Tributo Negramaro nasce da un’idea del bassista Lele Paiuzzi, avuta nel 2007, l’anno di uscita del CD dei Negramaro “La Finestra”; l’idea iniziale matura e diventa convinzione a seguito del magico concerto dei Negramaro a San Siro del 31/05/2008.

Da quel giorno scatta la ricerca dei componenti della band, trovando da subito la spalla ideale nel batterista e amico fraterno Fabio Coscia; da li a poco il chitarrista Marco Dilillo si unisce al gruppo e si inizia insieme a consolidare il repertorio. Con l’arrivo, a Maggio 2009, del cantautore Fabio Sciacca, già compagno di avventure dieci anni prima, la formazione è definita. Da Giugno 2017 William Lucino sostituisce Fabio alla voce, rinnovando per la prima volta la line up storica della band.

L’attività live, iniziata nell’Ottobre 2009 partendo dai locali dell’alessandrino, si è poi ampliata negli anni per il resto del Piemonte, la Lombardia, e la Liguria (con possibilità di spingersi anche oltre), sia in locali di musica dal vivo sia, nel periodo estivo, in occasione di feste in piazza e altre manifestazioni all’aperto.

L’intento dei Negramante – Tributo Negramaro è quello di riprendere e riprodurre fedelmente le sonorità della band salentina, curando anche l’impostazione tecnica e scenografica, per dar luogo ad un prodotto estremamente professionale; tutto questo porta, durante i concerti, a trasmettere al pubblico una forte energia, trasportata dalla passione per i Negramaro, senza però perdere il proprio stile e la propria personalità.

Lo spettacolo, per una durata di un paio d’ore, è quindi ideato per poter colpire ogni tipo di spettatore: dal musicista che segue con attenzione la resa sonora, all’appassionato di Giuliano Sangiorgi, che cerca di vedere e sentire il cantante, al neofita che può apprezzare lo spettacolo nel suo insieme.

La band è in grado di calcare i palchi dei più importanti locali di musica dal vivo e di fare concerti a base di rock e adrenalina davanti a piazze piene di persone, ma, al tempo stesso, è possibile realizzare dei live in piccoli club, potendo improntare la scaletta su brani più soft, suonati magari con chitarre acustiche e contrabbasso elettrico.

I brani sono accompagnati dalla proiezione dei videoclip dei singoli dei Negramaro e di alcuni estratti live, in modo da rendere ancor più globale il coinvolgimento visivo del pubblico.

Visit Us On FacebookVisit Us On Youtube